Documentazione Contrattuale

Documenti da presentare per la stipulazione di un contratto di fornitura

Utenze Domestiche

  • Carta d’identità.
  • Codice Fiscale.
  • Fotocopia atto di proprietà, compromesso o, se in affitto, contratto di locazione o consenso scritto del proprietario.
  • Per le utenze chiuse presentarsi con tagliandino allegato al contatore o con la matricola del contatore.

Attivita’ di impresa, arti e professioni

  • Iscrizione alla Camera di Commercio o Albo Professionale.
  • Partita I.V.A. o Codice Fiscale.
  • Fotocopia atto di proprietà o contratto di locazione.
  • Per le utenze chiuse presentarsi con tagliandino allegato al contatore.

Collocamento contatori (attivazioni)

Ai documenti descritti in precedenza vanno aggiunti i seguenti:

  • “Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio”, come previsto dalla legge contro l’abusivismo edilizio, indicante gli estremi della Concessione ad Edificare, oppure, per le opere abusive, gli estremi della concessione in sanatoria, oppure Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio recante la dichiarazione che l’opera è anteriore al 30.01.77.
  • In luogo della documentazione sopraindicata può essere prodotta copia di fattura di Ente erogante altro servizio (ENEL etc.).
  • Ai sensi della Deliberazione 18 marzo 2004 n° 40 dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, dal 1 ottobre 2004:
    Se l’impianto di utenza ricade nell’ambito di applicazione della legge 46/90:
  • i moduli “Richiesta di attivazione della fornitura di gas” (allegato H) e “Attestazione di corretta esecuzione dell’impianto” (allegato I);

Il cliente finale entro i 30 giorni solari successivi alla data di attivazione della fornitura di gas fa pervenire al distributore: per gli impianti di utenza ricadenti nell’ambito di applicazione della legge n. 46/90, copia della dichiarazione di conformità dell’impianto di utenza compilata in ogni sua parte e sottoscritta dall’installatore, priva degli allegati previsti dalle leggi vigenti in materia; per gli impianti di utenza non ricadenti nell’ambito di applicazione della legge n. 46/90, copia di una dichiarazione dell’installatore in cui attesta sotto la propria responsabilità di aver seguito con esito positivo tutte le prove di sicurezza e funzionalità dell’impianto di utenza e delle apparecchiature da esso alimentate richieste dalle leggi e norme tecniche vigenti e nel rispetto delle istruzioni fornite dai fabbricanti degli apparecchi collegati all’impianto.

N.B.: Per qualsiasi operazione di sportello, presentarsi muniti dell’ultima bolletta quietanzata.
Le spese contrattuali dovranno essere corrisposte, al momento stesso della stipula del contratto presso la Cassa Aziendale.

Spese contrattuali del servizio gas

Deposito cauzionale a seconda del calibro richiesto e dell’utilizzo. Esempi contratti tipo:

  • uso cottura civile abitazione (contatore 4 m³/h) € 15,00
  • uso cottura e acqua calda civile abitazione (contatore 4 m³/h) € 25,00
  • uso riscaldamento autonomo civile abitazione (contatore 4 m³/h fino a 30.000 kcal) € 50,00
  • uso riscaldamento autonomo civile abitazione (contatore 6 m³/h fino a 65.000 kcal) € 50,00
  • altri usi civili e non – riscaldamenti centralizzati (contatore 4 m³/h fino a 30.000 kcal) a partire da € 150,00 in relazione all’utilizzo e alla portata del contatore.
  • IVA 10% fino ad un consumo di 480 m³/anno
  • IVA 20% oltre 480 m³/anno
  • Imposta di Bollo su contratti di fornitura € 14,62

Imposte di consumo ad aliquota ridotta

La riduzione delle imposte di consumo può essere richiesta da chi ne ha facoltà (usi industriali e artigianali, centri sportivi e ricreativi, ristoranti, attività ricettive ) compilando l’apposito modulo e consegnando iscrizione CCIAA e schema di flusso con planimetria dei locali in cui si attua la produzione.

Interessi di mora in caso di ritardato o mancato pagamento

Gli interessi di mora sono calcolati su base annua e pari al tasso ufficiale di riferimento, così come definito ai sensi dell’articolo 2 del D.L. 24/6/98 n° 213 aumentato di 3,5 punti percentuale. Il cliente buon pagatore è tenuto al pagamento del solo interesse legale per i primi dieci giorni.